10 segreti che le posture rivelano/parte II

//10 segreti che le posture rivelano/parte II

038Ecco qui la seconda parte del mio articolo sui squilibri muscolari che creano una reazione a catena in tutto il corpo. Troverete di nuovo alcuni esercizi che potrebbero migliorare certi problemi…

6. Un piede gira verso l’esterno
Che potrebbe rivelare: problemi nelle anche
Se stai in piede in una posizione dritta, eretta ma di rendi conto che uno dei tuoi piedi ha la tendenza di girare verso l’esterno le anche potrebbero essere fuori di allineamento. In questo caso dovresti rafforzare i muscoli interni ed esterni (adduttori ed abduttori) delle gambe assicurandoti di lavorare in modo molto controllato. Per allenare i muscoli esterni della gamba va molto bene di aggiungere un po di resistenza ai esercizi, per esempio con una fascia elastica. Per le gambe interne consiglio di sghiacciare una palla fra le cosce o di lavorare col Cerchio di Pilates.

7. Una spalla è più alta che l’altra
Che potrebbe rivelare: squilibrio muscolare
Portare ogni giorno una borsa pesante o il portatile sulla stessa spalla può  causare uno squilibrio muscolare e perciò anche problemi abbastanza gravi nella zone scapola-omerale e cervicale. Il primo passo per migliorare questi problemi è di cominciare ad allungare i muscoli assicurandosi di allungare il lato teso più lungo che l’altro.
Un esercizio facile: in piede in una porta metti per esempio l’avambraccio destro verso il telaio (il braccio è esteso), il gomito dovrebbe essere al altezza della spalla. Adesso ruota il tuo petto verso il telaio (allora verso destro), dovresti sentire un allungamento nel parte destro. Mantiene la posizione per 30 secondi e espiri profondamente!

8. Spalle “chiuse” cioè spostate in avanti
Che potrebbe rivelare: muscoli pettorali accorciati e deboli ed in più muscoli della schiena troppo allungati e perciò anche deboli
Seduto sulla scrivania per tutto il giorno senza fare attenzione alla tua postura potresti diventare una persona con gobbo e con le spalle curvati in avanti. Fare dei flessioni aiuta di migliorare lo squilibrio muscolare ma solamente se loro sono eseguite nel modo giusto… Inanzi tutto le flessioni devono essere seguiti di esercizi che allungano i muscoli pettorali!
Prova questo esercizio di allungamento: in piedi, con la schiena ed il sedere che toccano una parete. I piedi – aperti alla distanza delle spalle – sono leggermente distante dal muro. Cominci di alzare lateralmente le braccia mantenendo i gomiti sempre in contatto con il muro. Se le spalle si alzino devi fermarti, se riesci di controllare le spalle in giù puoi seguire con le braccia fin che le dita si toccano.

9. La testa spostata in avanti, forse connesso con un mento troppo sollevato
Che potrebbe rivelare: muscoli cervicali tesi e corti
Un argomento che vorrebbe un lunghissimo (!!) articolo!! Sono molteplice le cause per questo squilibrio muscolare che porta quasi sempre forti dolori nella parte cervicale e non sola. Le lezioni di Pilates, di Gyrokinesis e di Gyrotonic sono pieni di persone con questo problema! Oltre ai esercizi fisici lavoriamo molto per sviluppare una elevata percezione del proprio corpo e della sua postura che ci permette di controllare la posizione della testa durante il giorno.

10. In piedi si nota una anca più bassa
Che potrebbe rivelare: un debole muscolo gluteus medius
Il gluteus medius (uno dei tre glutei) è responsabile per controllare l’ anca e il ginocchio; il lato più debole è quello opposto dell’anca in basso.
Per rafforzare il gluteus prova questo esercizio: facciamo l’ipotesi che il il muscolo debole è alla destra – allora sdraiati sul lato sinistro e controlla che la testa, il sedere e i talloni rimangono in contatto con una parete. Comincia di alzare la gamba destra spingendola sempre verso il muro, dovresti sentire che il gluteus si stringe…. Ripetere 8 – 10 volte….

2018-08-28T22:29:59+01:00Giugno 21st, 2016|